Voglia di Ripartire

Che strana estate, quella appena trascorsa… anche per il nostro territorio. Era iniziata con la voglia di respirare l’aria del dopo-lockdown, di uscire in strada, di festeggiare l’inizio della bella stagione con un tuffo, si è conclusa – in un batter d’occhio – tra l’allarme dei focolai post ferragosto che a Ostia hanno creato un aumento dei casi e la preoccupazione dei mesi che verranno. Primo step nell’agenda delle famiglie, quello dell’inizio dell’anno scolastico. Ogni anno, noi di Duilio Litorale abbiamo dedicato il numero di settembre alla scuola. In anni passati abbiamo raccontato le speranze e le prospettive di studenti e insegnanti. Stavolta ci troviamo a dover fare – da cronisti in prima linea – il resoconto dell’emergenza della didattica al tempo del Covid. Un viaggio tra le criticità che inevitabilmente ci saranno. Lo ha ammesso anche la sindaca Raggi in una recente visita a Ostia: «Siate clementi», ha detto a giornalisti e famiglie. Già perché il problema della scuola è un problema che tocca genitori, nonni, figli: l’organizzazione della vita domestica. Lo scoglio più difficile sarà sicuramente la carenza di aule. Per permettere il distanziamento sociale occorrono più banchi monoposto e dunque in classe ci dovranno essere meno studenti. E gli altri? È corsa contro il tempo per reperire nuovi spazi. Ma – come denunciamo in uno dei nostri servizi – ci sarebbero tante opportunità che al momento vivono una fase di stallo e che avrebbero potuto risolvere il problema: da alcuni locali della Vittorio Emanuele, all’ex Gil – il cui progetto di riqualificazione è fermo – fino agli immobili di via dei Basaldella. L’amministrazione del X Municipio ha, per ora, previsto l’utilizzo solo dell’ex mercato di San Fiorenzo, dove sorgeva la ludoteca “Chiqui Park”. Parleremo poi dei nostri problemi come: pista ciclabile e canale dei Pescatori. Ci mancava solo il virus a peggiorare le cose. Proviamo a ripartire, insieme… ma a distanza.

Caterina Dini

 

Leggi il numero online!