Vietato smettere di sognare

ottobre-copertina-sitoCi sono i sogni e le idee, le ambizioni e le paure,  la vita di tutti i giorni e la vita che si desidera. È un lungo viaggio attraverso il mondo dei giovani il numero di Duilio Litorale di questo mese. Un dossier che racconta questa generazione che ha fretta di crescere e che brucia le tappe giorno dopo giorno. Un’inchiesta dove i giovani del X municipio si raccontano e rivelano le loro speranze, ma anche le loro preoccupazioni. Un ritratto inedito e contemporaneo della generazione definita in molti modi, da «sdraiata» a «nativa digitale», un po’ bistrattata insomma. C’è chi ha descritto questi giovani come «fannulloni» oppure «schizzinosi», come li ha chiamati qualche anno fa l’ex ministro Elsa Fornero, forse senza mai rendere giustizia a tutti loro. Poi abbiamo capito che molto probabilmente il termine giusto è «indaffarati», come scrive Filippo La porta in un suo saggio. Eccoli i giovani di oggi, nel loro tentativo di restare sempre connessi, nel condividere e nello scambiarsi qualcosa. Quelli che a Ostia e sul nostro territorio non hanno più spazi dove incontrarsi. I parchi sono devastati e ricettacoli di rifiuti, dove è vietato anche giocare a pallone. Le panchine di via delle Baleniere sono sempre più vuote e dello skate-park di Ostia Ponente ne resta solo lo scheletro abbandonato. E speriamo che municipio e comune non restino indifferenti al loro grido di essere ascoltati. Urla e parole scritte sui muri della città e sui vagoni della Roma-Lido che invocano di essere messe alla prova. Nelle pagine che seguiranno, leggeremo proprio le loro storie. Quelle di questi giovani che fanno troppe cose simultaneamente e che sono sempre pieni di idee. Poi c’è la scuola e lo sport. Due pilastri nell’educazione, insieme alla famiglia. Così conosciamo anche un insegnante di Ostia che ha lanciato il suo metodo di insegnamento, che richiama un po’ quello dello prof. Keating dell’«Attimo Fuggente», interpretato dall’indimenticato Robbi Williams. I giovani sono i nostri protagonisti di questo mese. E a loro rivolgiamo il nostro augurio: non smettete mai di sognare.

Caterina Dini

Leggilo online!