Un tuffo nel passato

dicembre-copertina-sitoTra passato e futuro. L’ultimo numero di DUILIO LITORALE del 2016 è un tuffo nella storia. Come consuetudine abbiamo deciso di regalare ai nostri lettori un calendario. Ed ecco che nei prossimi 12 mesi ci accompagneranno i romani dell’antica Ostium. Un viaggio dove si gioca con la memoria con scene di vita di tutti i giorni di un mondo che poi non sembra così lontano dal nostro. Basta sfogliarlo per accorgersi della semplicità del quotidiano. Le «insule» del passato sono così simili a condomini della nostra periferia. Ostia Antica offre così l’unica testimonianza dell’assetto urbanistico dei quartieri popolari romani dove le case erano davvero una soluzione all’emergenza abitativa. A ripensarci oggi!! Augusto, per esempio, aveva stabilito che per evitare crolli, gli edifici non dovevano superare una certa altezza. E il pensiero, non può essere altrimenti, va alle popolazioni colpite dal sisma che passeranno il loro Natale tra mille difficoltà. Ecco, che passato e presente si incontrano. In questi affreschi riprodotti, sembra che il tempo non sia davvero mai passato. Dalla caserma dei vigili, dove è sepolto un vigile morto nell’assolvere eroicamente il suo compito, alle terme e ai «balnea» che tanto assomigliano alle Spa di oggigiorno. Percorrendo questa sorta di «decumano» lungo un intero anno si incontrano domus lussuose, imperatori, attori del teatro costruito di Agrippa che ancora ci incanta nelle nostre notti d’estate. Buona passeggiata, allora. Proprio come quella raccontata dai nostri antichi. Minucio Felice ricorda il piacere di una camminata sulla spiaggia di Ostia in settembre quando, passata la calura, resta la gioia di godersi il mare più bello.
E questo è il nostro augurio.

Caterina Dini

Leggilo online!