Un anno di Duilio 2017

Il 2017 sta per finire. Come accade nella vita tiriamo le somme del lavoro fatto; un lavoro certo non facile quello di mettere sotto i raggi x il nostro territorio. Ogni dossier pubblicato ha comportato un impegno particolare, spesso ai limiti delle nostre possibilità, ma la qualità del nostro servizio è rimasta immutata, come dimostrano i riconoscimenti della gente che ci legge e che ci gratifica col suo giudizio positivo.  Abbiamo iniziato a Gennaio parlando con la ministra della Salute, Lorenzin sulla stato della Sanità nel nostro territorio, evidenziando con estrema sincerità luci ed ombre di un sistema che arranca. A Febbraio abbiamo aperto una finestra sui Comitati di Quartiere, vere e proprie sentinelle del Territorio, che ci hanno mostrato aspetti sconosciuti di Ostia e dell’Entroterra. A Marzo dopo avere dato spazio ai tanti problemi, abbiamo ripreso fiato, facendo conoscere ai lettori “Tutto il buono che c’è”: l’azione dei volontari, uomini e donne encomiabili, che operano per solidarietà e per amore , a cui non finiremo mai di dire grazie. Ad Aprile è stato fatto il punto sulle grandi problematiche irrisolte, che ci affliggono a causa di conflitti di interressi non sempre leciti; un momento doloroso ma inevitabile di verifica della realtà. Per fortuna a Maggio abbiamo potuto mostrare anche l’altra faccia di questa medaglia, gli aspetti ancora belli ed incontaminati del territorio: come la Riserva del Litorale e tanti altri luoghi a noi cari. A Giugno, un dossier tutto dedicato ad Ostia Antica, una perla dell’intera Italia che merita di diventare Patrimonio UNESCO. Luglio ed Agosto hanno proposto il tema delle nostre spiagge, vittime del Commissariamento, che ha creato non pochi problemi all’utenza con decreti e provvedimenti che, seppure promossi in nome della legalità, hanno comunque limitato tantissimo lo svolgimento di importanti attività produttive. A settembre un dossier di foto d’epoca; un’operazione della memoria fatta per ricordare a tutti le nostre radici e con esse la voglia di fare e di migliorare che ha animato i pionieri e che dobbiamo ritrovare in noi per tornare a crescere. A Ottobre “rombano i motori”, per un dossier che, mentre ci mostra le immagini della passione per le auto, le moto e i raduni, ci invita a correre a tutta velocità e con la stessa passione verso un futuro migliore. E’ tempo di elezioni e nello stesso numero ecco programmi e progetti dei candidati del nostro Municipio. Infine Novembre ci ha portato con tenerezza verso il mondo della terza età e dei centri che rendono più lievi e più interessanti le giornate degli anziani. Ora è Dicembre e stiamo per entrare come ogni anno nelle vostre case per condividere con voi un po’ del nostro amore per il territorio. Lo faremo col racconto di storie realmente accadute di quei romagnoli che hanno lottato e sofferto per regalarci gli spazi in cui viviamo, esempi ancor validi di semplicità, frugalità e attaccamento ai valori e con un calendario che ci ricordi tutto l’anno.

Caterina Dini e Silvia Grassi

Leggilo online!