Duilio Litorale romano – Gennaio 2015

cop_gen_15Mens sana in corpore sano, dicevano i latini, popolo attento e saggio. Un detto spesso ricordato e  citato e che specifica che l’essere umano è fatto di cervello, con idee, valori e pensieri, ma anche di “fisico”, con ossa, muscoli e così via. Un detto che cristallizza uno stato di salute ottimale, dove la forma fisica accompagna la vitalità mentale e viceversa.
E “mens sana in corpore sano” si dice spesso quando si vuole esortare qualcuno, magari più statico o pigro, a fare dell’attività motoria. Come a voler significare che anche una mente eccelsa e vivace quasi non può fare a meno di un po’ di sano movimento. Nella società di oggi l’idea di “corpore sano” è quasi sempre associata a fattori esteriori. In un mondo permeato da competizione, protagonismo e necessità di apparire ad ogni costo,  è ormai di fatto consolidato il concetto che il vecchio corpore sano si traduce in un fisico o in dei lineamenti estetici da esibire con vincente orgoglio.

Ma ciò che ci hanno tramandato i padri dell’antichità è anche altro. Le vecchie civiltà, come quella latina e greca, esaltavano l’uomo come essere pensante ma capace, insieme, di curare la propria figura. In un mix (per usare una parola di oggi…) che sintetizzava la sua centralità nel vivere quotidiano e che lo differenziava da tutti gli altri esseri viventi. Certo, da quei tempi sono passati più di duemila anni. La società si è evoluta e con essa il modo di pensare, di essere e di vivere. Ma l’imperativo, per l’uomo, di avere una mente sana in un corpo sano, è rimasto invariato. E, sebbene la cura del benessere del corpo sia oggi affidata anche a filosofie orientali, centri estetici e chirurgia plastica, l’attività sportiva continua ad essere il metodo più diffuso e praticato per tener fede ai “consigli” dei saggi latini. Fare sport nel nostro territorio è quasi un obbligo. Il clima e la presenza di palestre naturali quali il mare e la pineta ne rendono la pratica alla portata di tutti. E, per chi al movimento generico preferisca invece una specifica disciplina, impiantistica e strutture societarie c’è un’offerta ampia e variegata. Per cominciare il 2015 abbiamo così deciso di aprire una finestra sul panorama sportivo, alternativo al calcio, presente nel X Municipio. Uno spaccato parziale in un universo ampio e sul quale  indubbiamente torneremo in futuro. Proprio per dare voce e visibilità a  tutte quelle realtà che, ancora prima dei risultati e delle eccellenze, danno la possibilità a tutti di far si che gli insegnamenti dei padri latini non rimangano relegati ad un mero detto da citare  a memoria.