Archivio mensile:maggio 2019

Una battaglia che unisce tutti

“Rispettare l’ambiente”, c’era scritto una volta sulle buste di plastica. E al di là di quella frase  poco o niente si è fatto per la tutela dell’ecosistema. Oggi, l’argomento è diventato tema  preponderante. Spinto dall’onda emotiva della piccola Greta, il tema è balzato al centro  dell’attualità tra critiche e atti, come il provvedimento della sindaca Raggi che con l’ordinanza balneare ha vietato, per esempio, il consumo della plastica usa e getta sulle nostre spiagge. Così abbiamo pensato a un numero di approfondimento di Duilio Litorale su queste tematiche,  restando agganciati all’attualità me cercando di entrare “dentro” la notizia, come nel nostro  stile. Un focus, dunque, in chiave locale affrontando il problema in tutte le sue sfaccettature. A cominciare dalla novità introdotta dalla commissione ambiente del X Municipio che ha deciso di  affidare ai residenti, ai volontari e ai commercianti la cura delle aree verdi del territorio che  saranno gestite da privati in moda da poter rendere più decorosi giardini, aiuole e parchi. Poi ci immergeremo nella natura con il cosiddetto «sentiero Pasolini» e racconteremo il sogno di tanti coraggiosi che credono nel progetto di unire Ostia con Roma attraverso la realizzazione di una pista ciclabile. Ci sono anche le storie di altri giovani che lavorano ogni giorno per un mondo  migliore anche sul nostro territorio. Come la piccola Gaia di Torvaianica che ha organizzata una giornata di sensibilizzazione e di pulizia delle dune. Un’iniziativa lanciata su facebook e che ha visto la partecipazione di decine di persone. O come i ragazzi di Ostia del “Clean Up”, un gruppo  di un entusiasmo travolgente che ha dato vita a tante giornate di pulizia della costa di Ostia.  Infine, le polemiche di ogni estate e quelle più recenti. Come il piano anti-incendio della pineta  di Castel Fusano che ancora non è decollato e le proteste, tutte di Ostia Antica, contro  l’accensione del tritovagliatore di viale dei Romagnoli. Ma questa è anche la cronaca che verrà.

Caterina Dini

Leggi il numero online!