Archivio mensile:gennaio 2016

Raccontare la Crisi

copertina gennaio2Per un giornalista raccontare la crisi significa entrare nel cuore delle contraddizioni della società, nel dissidio quotidiano tra necessità e piacere. E’ questo su cui ci siamo soffermati questo mese. La povertà e la globalizzazione. Le rinunce e quel'”indispensabile” della borghesia che cambia significato a seconda dei punti di vista. Abbiamo cercato di raccontare questo: il bisogno e il lusso. Non abbiamo utilizzato un’unica lente per leggere il presente fatto purtroppo di termini entrati nel nostro quotidiano: collasso finanziario, crack, crisi dei mercati, licenziamenti, cassa integrazione, esuberi, disoccupazione. Questo sarà un viaggio dentro e oltre la crisi, un modo per incrociare sguardi diversi su una condizione di vita che accomuna tante persone. Un percorso tra voci, volti, e generazioni segnate da un’instabilità di vita chiamata “precariato”. Poi c’è la cronaca, quella fredda e distaccata che gela i polsi. La corsa a fine mese e quella di chi non riesce ad andare avanti con la sola pensione. Sullo sfondo, il nostro territorio. Il litorale romano non è immune dal dilagare della recessione. La dura realtà è anche quella della Caritas e della Comunità di Sant’Egidio a Ostia, a cui si rivolgono sempre più famiglie in difficoltà. Negozi che chiudono, attività commerciali in deficit, giovani costretti a rinunciare ad un’indipendenza economica e a beni ordinari come la macchina. E’ proprio questo che emerge dal nostro dossier. Il resoconto di una crisi che non investe solo il lato economico della vita, ma che intacca in maniera ancora più grave la capacità di desiderare e progettare.

Caterina Dini

Leggilo online!