Archivio mensile:aprile 2015

Duilio Litorale Romano – Aprile 2015

Layout 1
La nostra attività editoriale è stata da sempre caratterizzata dal motto che far conoscere il territorio è il nostro principale impegno. Una sorta di manifesto del nostro modo di essere e di agire che cerchiamo sempre, in ogni occasione ed in qualsiasi contesto, di ricordare e ribadire.
Il territorio nel quale viviamo rappresenta in qualche modo il nostro habitat, la nostra casa. Ed è per questo che, sin da quando siamo nati, abbiamo deciso di approfondirlo in ogni suo aspetto, al fine di renderlo noto e di farlo sentire parte integrante di chi ci abita e ci vive. E se i dossier pubblicati in tutti questi anni hanno presentato il territorio sotto diversi punti di vista, affrontando argomenti, temi e personaggi in chiave locale, quello di questo mese incarna davvero il nostro impegno caratterizzante.
Stavolta, infatti, nel nostro viaggio mensile, abbiamo voluto documentare quelli che sono gli aspetti meno belli e le criticità dei luoghi nei quali risiediamo.
Siamo andati alla ricerca di quello che in qualche modo non va ad Ostia e nel X Municipio, per tentare di capire più da vicino come mai un territorio dalle grandi potenzialità presenti ancora oggi, dopo anni di proclami e di interventi, delle aree a tinte fosche. Ma non ci siamo voluti limitare ad osservare, documentare ed analizzare. Abbiamo voluto anche provare a cercare delle risposte in merito a problematiche che, in alcuni casi, sembrano ormai croniche e quasi irrisolvibili.
Ed insieme alle autorità preposte abbiamo anche sentito l’opposizione con proposte intelligenti e il volontariato sempre attivo
a dimostrazione del fatto che certe volte il senso civico e l’attaccamento all’ambiente sono più forti delle intemperie, dell’inciviltà, della mancanza di fondi e delle carte bollate.
Abbiamo pertanto messo insieme domande e risposte, denunce e proposte, problemi e soluzioni. Il tutto in uno spirito critico ma soprattutto costruttivo.
Nella consapevolezza che questo territorio sta a cuore di tutti coloro che ci vivono.
E che ci piacerebbe farvelo conoscere raccontandovi sempre fatti ed eventi positivi. Come purtroppo oggi non è ancora possibile.

Caterina Dini